Stenosi dell'uretra

L'uretra è un canale tubolare, che consente all'urina di fluire verso l'esterno; origina dalla vescica e termina con una piccola apertura, chiamata meato urinario. L’Uretra maschile attraversa il pene fino alla punta del glande e svolge anche la funzione di veicolare lo sperma durante l’eiaculazione; quella femminile termina in corrispondenza della vulva, anteriormente all’apertura vaginale e posteriormente al clitoride. La stenosi uretrale sia congenita che acquisita consiste in una riduzione del calibro dell’uretra, frequente nell’uomo e rara nella donna. Le stenosi dell’uretra posteriore sono il risultato di processi traumatici solitamente dovute a fratture pelviche o interventi chirurgici, cateterismi, infezioni batteriche. Le stenosi dell’uretra anteriore possono avere origine da traumi o da uretriti.

stenosi uretrale

SINTOMI

I sintomi principali sono: la riduzione del flusso urinario, sgocciolamento, esitazione minzionale, minzione prolungata. Se non curata la stenosi uretrale comporta danni alla vescica, come la formazione di diverticoli, sfiancamento delle pareti vescicali, con insorgenza di dolore sovrapubico ed esito in blocco urinario.

DIAGNOSI

L’ Urologo è il primo specialista a cui rivolgersi nel caso della presenza dei sintomi descritti. In caso di stenosi uretrale sospettata clinicamente il primo esame da eseguire è l’uroflussimetria per documentare la riduzione del flusso. A seguire un’uretrocistografia retrograda e minzionale che documenta la sede, il numero, l’estensione e le caratteristiche anatomiche della stenosi. Validissimo ausilio è l’uretrocistoscopia che consente una visione diretta della stenosi.

TERAPIA

La terapia della stenosi è esclusivamente chirurgica. A secondo del tipo di stenosi e della sua localizzazione ed estensione si possono effettuare interventi endoscopici quali l’uretrotomia , oppure la uretroplastica .

Share by: