Chirurgia Laparoscopica

prostata, rene, stenosi del giunto e calcolosi renoureterale

La laparoscopia è una tecnica mininvasiva per uso chirurgico, diagnostico, esplorativo. A differenza della chirurgia tradizionale, non occorre aprire l’addome, ma si effettuano solo delle piccole incisioni, attraverso le quali far passare dei sottilissimi tubi.

Inoltre il sistema video, consente, grazie alla magnificazione digitale, un ingrandimento del campo operatorio, con dettaglio anatomico, da 10 a 15 volte rispetto alla chirurgia tradizionale. Questi dettagliati ingrandimenti permettono di eseguire con grande precisione la maggior parte degli interventi urologici, tanto da ridurre, in modo considerevole, le indicazioni alla tradizionale chirurgia a cielo aperto.

chirurgia laparoscopica

Oggi vengono effettuati con approccio laparoscopico la maggior parte delle patologie urologiche, come il tumore della prostata, il tumore del rene, le stenosi del giunto pielo-ureterale, il cistocele ed il rettocele, i linfoceli, alcuni tipi di calcolosi, le cisti renali. Tra i principali vantaggi della chirurgia laparoscopica si segnala, grazie alla sua mininvasività, un’assenza pressoché totale del dolore e una riduzione importante della degenza post-operatoria.

L’ intervento laparoscopico, ha la stessa durata, in alcuni casi anche minore, dell’intervento chirurgico classico.

Share by: